Proctologia Convivere con il Morbo di Crohn - Prof. Paolo Barillari

Published on aprile 11th, 2017 | by redazione

0

Convivere con il Morbo di Crohn

Il Morbo di Crohn è una infiammazione cronica che, con cure adeguate e controlli regolari, è possibile controllare, a favore di una migliore qualità della vita. Oggi approfondiremo quali sono le sue complicanze e come prevenirle.

Si calcola che siano circa 200.000 gli italiani che soffrono delle cosiddette Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali. Tra queste vi è la Malattia di Crohn, conosciuta anche come Morbo di Crohn. Questa patologia può colpire tutto il tratto gastrointestinale, anche se nel 90% dei casi affetta soprattutto l’ultima parte dell’intestino ed il colon.

COMPLICANZE DEL MORBO DI CROHN

Se la malattia non viene trattata in maniera adeguata può portare a della complicanze, che spesso richiedono un trattamento chirurgico, complicanze quali:

  • ULCERE

Quando la malattia non viene curata si possono formare delle ulcere, ossia delle piaghe profonde all’interno dell’intestino, dovute all’infiammazione.

  • FISTOLE

Sono collegate alle ulcere da cui si originano. Queste possono arrivare a perforare l’intestino e raggiungere gli organi circostanti.

  • PERFORAZIONE INTESTINALE

In caso di infiammazione severa, la parete dell’intestino può assottigliarsi a tal punto da lacerarsi e provocare poi una infezione chiamata peritonite.

  • STENOSI

In caso di infiammazione prolungata, può formarsi del tessuto cicatriziale che a sua volta può portare a un restringimento del lume intestinale, ossia una stenosi

CAUSE

Le cause che portano al Morbo di Crohn non sono conosciute, ma questa non è né una malattia ereditaria, né genetica. Oggi, però, sappiamo che la combinazione di alcuni fattori può scatenare l’infiammazione, come:

  • Una certa predisposizione genetica alla malattia
  • Tabagismo
  • Alterazioni della flora batterica intestinale
  • Risposta immunitaria: il deterioramento dei tessuti provocato da una reazione immunitaria, che fa sì che le cellule attacchino in maniera continua l’intestino, innesca e perpetua l’infiammazione

SINTOMI

Non sempre il Morbo di Crohn dà sintomi, infatti il più delle volte viene diagnosticato per caso. Tuttavia i sintomi che possono manifestarsi sono:

  • DIARREA CRONICA (se continua per più di 4 settimane)
  • DOLORI E CRAMPI ADDOMINALI
  • LIEVE FEBBRE (soprattutto la sera)
  • PERDITE DI SANGUE MISTO ALLE FECI
  • CALO DI PESO: nei casi gravi, il Morbo di Crohn, poiché interessa l’intestino tenue, ossia il tratto di intestino deputato all’assorbimento della maggior parte dei nutrimenti, può causare malassorbimento e malnutrizione

PREVENZIONE DELLE COMPLICANZE

Per imparare a convivere con il Morbo di Crohn, è molto importante prevenire le complicanze legate alla malattia e tenere sotto controllo la sua evoluzione. A questo scopo è consigliato:

  • DIAGNOSI PRECOCE

In caso si manifestino diarrea e dolori addominali continui per più di quattro settimane,  accompagnati da perdita di peso e familiarità per le malattie autoimmuni, è bene effettuare: esami del sangue e delle feci, integrati ad una Ecografia, TC o Risonanza Magnetica.

  • PREVENZIONE DELLE COMPLICANZE

Una volta diagnosticata la malattia, è fondamentale sottoporsi a:
esami del sangue e delle feci ogni 6- 12 mesi
Ecografia, TC o Risonanza Magnetica ogni 12 mesi
– se necessario, una colonscopia ogni 12 mesi

  • PREVENZIONE DELLE NEOPLASIE A CARICO DELL’INTESTINO

In caso di Morbo di Crohn esteso al colon, è necessario effettuare:
– una colonscopia con biopsie seriate (ossia a distanza di 10-12 cm) per individuare eventuali displasie, ogni 12 mesi a partire dai 10 anni dalla diagnosi

  • PREVENZIONE DELLE INFEZIONI

È opportuno che i pazienti che si sottopongono a terapie immunodepressive facciano:
– la vaccinazione per l’epatite B, se non è stata già effettuata
ogni anno la vaccinazione anti-influenzale
ogni 5 anni la vaccinazione anti-pneumococco
– vaccinazione HPV per le donne

 

Per informazioni, contattare il Prof. Paolo Barillari che opera presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • VIDEO

  • ULTIME NEWS

  • Contatta il Professore



    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Selezionando questa casella dichiari di aver preso visione della Privacy Policy ed acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per le finalità ivi indicate*