Mammella Dolore al seno _ possibili cause - Il Blog del Prof. Paolo Barillari

Published on luglio 12th, 2017 | by redazione

0

Dolore al seno: possibili cause

Quando si percepisce un dolore al seno, il primo pensiero va ad un possibile tumore. In realtà, si stima che solo in un caso su 200 il dolore sia riconducibile ad un carcinoma mammario. Ovviamente è consigliabile effettuare una visita senologica per escludere questa eventualità e stabilire la causa.

La mastodinia (ossia il dolore mammario) è una sensazione di tensione al seno, che si presenta dolente. Può coinvolgere una o entrambe le mammelle e la sua intensità è variabile e soggettiva.

CAUSE DEL DOLORE AL SENO

Il dolore mammario può avere differenti cause, alcune delle quali sono associate a cambiamenti ormonali:

  • SINDROME PREMESTRUALE E CICLO MESTRUALE. In questo caso il dolore al seno è legato ad una ipersensibilità della ghiandola mammaria alla stimolazione ormonale (del tutto fisiologica) del ciclo mestruale
  • MENOPAUSA
  • GRAVIDANZA
  • ALLATTAMENTO. Durante l’allattamento si può soffrire di mastite, una condizione provocata da una infiammazione o una infezione
  • INGORGO MAMMARIO. In alcuni casi, può succedere che nei giorni successivi al parto il latte ristagni nelle mammelle, causando dolore, tensione e gonfiore
  • SENO FIBROCISTICO. Il dolore può essere dovuto alla presenza di cisti nel tessuto mammario
  • FARMACI. Alcuni farmaci possono avere come effetto collaterale il dolore al seno. Tra questi vi sono: i diuretici, i contraccettivi e gli antidepressivi

QUANDO PREOCCUPARSI

È importante rivolgersi ad uno specialista nel caso in cui:

  • Il dolore sia persistente e non associabile ai giorni che precedono il ciclo o durante
  • Il seno si presenti gonfio o duro e si sia partorito da pochi giorni
  • Il dolore sia associato a perdite, chiare o con tracce di sangue, dal capezzolo
  • Si abbia la retrazione del capezzolo
  • Si avverta la presenza di noduli
  • Si manifestino segnali di possibili infezioni, quali: febbre alta, pus o rossore cutaneo locale

DIAGNOSI

Durante la visita senologica lo specialista effettuerà l’anamnesi e l’esame obiettivo. Valuterà, inoltre, la necessità di ulteriori esami strumentali come l’ecografia e/o la mammografia.

Lo specialista sarà in grado di consigliare alcuni rimedi ed accorgimenti per poter alleviare il dolore mammario, a seconda della causa scatenante.

 

Per maggiori informazioni, contattare il Prof. Paolo Barillari che opera presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • VIDEO

  • ULTIME NEWS

  • Contatta il Professore


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi