Campagna AIRC 2017: “Le arance della salute”

0
529
Campagna AIRC 2017- “Le arance della salute”-Il Blog del Prof.Paolo Barillari

Con la campagna di raccolta fondi per la ricerca dello scorso anno l’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) aveva lanciato un gioco online che aveva intitolato “Hai il coraggio di cambiare”. Dieci giorni per condividere online con i propri amici 5 sfide reali:

  1. Smetti di fumare
  2. Inizia a muoverti
  3. Mangia frutta e verdura
  4. Non bere bevande zuccherate
  5. Non bere alcolici

Negli ultimi anni il mondo scientifico ha sempre cercato di mettere in luce l’importanza che ha condurre uno stile di vita sano,  che comprenda un’alimentazione equilibrata ed attività fisica, per la prevenzione dei tumori. Difatti tre tumori su dieci possono essere prevenuti proprio con una dieta salutare. In particolare esofago, stomaco ed intestino rappresentano gli organi che maggiormente ne trarrebbero beneficio.

 “LE ARANCE DELLA SALUTE” DELL’ AIRC

Con lo stesso spirito quest’anno torna la campagna di raccolta fondi per la ricerca dell’AIRC “Le arance della salute”. Nelle piazze italiane sabato 28 gennaio sarà possibile acquistare una reticella di “Arance rosse di Sicilia Igp” e sostenere con 9 euro l’attività dei ricercatori di AIRC. Si potrà ricevere anche la Guida di AIRC con dei suggerimenti molto utili su come scegliere i cibi da portare sulla nostra tavola e sane ricette ideate dallo chef Sergio Barzetti.

I testimonial della campagna 2017 sono Margherita Granbassi, campionessa di scherma, nonché ambasciatrice e volontaria di AIRC,  e lo scienziato Benedetto Grimaldi, che è stato scelto in rappresentanza dei 5mila ricercatori della Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

PERCHE’ PROPRIO LE ARANCE ROSSE DI SICILIA IGP?

Come ormai ben noto le arance rosse sono considerate uno dei frutti antiossidanti per eccellenza per il loro alto contenuto di antociani e perché contengono circa il 40% in più di vitamina C rispetto a tutti gli altri agrumi.

Le arance rosse, per diventare tali e sviluppare il loro alto contenuto di antocianine, hanno bisogno di condizioni climatiche particolari (giorni caldi e notti fredde); per questa ragione la Sicilia, e in particolare l’area dell’Etna, rappresentano il luogo ideale dove farle crescere e maturare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui