L’importanza di una corretta e responsabile esposizione solare

0
159
L’importanza di una corretta e responsabile esposizione solare - Il Blog del Prof. Paolo Barillari

Si sa che una buona esposizione solare è importante per poter garantire al nostro organismo la giusta quota di Vitamina D. Nell’approfondimento di oggi vediamo quali sono le regole da seguire per potersi abbronzare in tutta sicurezza.

Il melanoma è una forma tumorale spesso piuttosto aggressiva, che si sviluppa a seguito di un errore genetico nei melanociti, le cellule che producono la melanina.

Quando ci esponiamo al sole, la nostra pelle attua una sorta di meccanismo di difesa, stimolando la produzione di melanina. Questa varia da persona a persona e agisce come un filtro naturale; il risultato di tale meccanismo è che la pelle si scurisce per proteggersi.

Un’esposizione al sole eccessiva o senza un’adeguata protezione (e ancora di più l’utilizzo di lampade abbronzanti!) sono condizioni che possono provocare mutazioni nei melanociti, i quali possono cominciare a proliferare in modo del tutto incontrollato, dando origine allo sviluppo del melanoma.

ESPOSIZIONE SOLARE: le regole per prendere il sole in modo sano

Sebbene oggi sappiamo che i raggi UV sono cancerogeni, la prevenzione legata ad una corretta e responsabile esposizione solare è ancora troppo spesso sottovalutata, così come lo sono i rischi correlati alle esposizioni brevi ma intense, che aumentano di fatto la probabilità di sviluppare un tumore alla pelle.

Vediamo in dettaglio cosa possiamo fare per abbronzarci in tutta sicurezza:

  • Diagnosi precoce e dermatoscopia. È importante effettuare la mappatura e controllo dei nevi nei mesi che precedono la stagione estiva. L’asportazione della lesione cutanea è risolutiva quando la neoplasia è ancora sottile e non ha infiltrato i linfociti e i vasi sanguigni sottostanti
  • Autoesame. Attraverso la regola dell’ABCDE possiamo renderci conto di eventuali cambiamenti in maniera tempestiva
  • Non esporsi a lampade abbronzanti
  • Esposizione graduale. Come abbiamo già detto sono le esposizioni brevi e intense quelle che aumentano il rischio di melanoma
  • Evitare eritemi e scottature solari. I danni ripetuti nel tempo e prodotti al DNA dei melanociti ad ogni scottatura si sommano, aumentando il rischio di melanoma
  • Non esporsi al sole tra le 12:00 e le 16:00. In particolare, la fascia oraria a più alto rischio è quella tra le 13:00 e le 15:00
  • Utilizzare sempre creme ad alta protezione, da applicare ogni 2 ore e dopo il bagno. Anche sotto l’ombrellone e nelle giornate nuvolose i raggi solari riescono a filtrare ed essere perciò ugualmente dannosi
  • Bambini. I bambini prima di 1 anno di vita devono evitare l’esposizione diretta al sole, meglio se avviene nelle primissime ore della mattina e nelle ultime del tardo pomeriggio. In seguito è bene proteggerli con creme ad alta protezione, cappellino con visiera e occhiali da sole, evitando le ore centrali tra le 11:00 e le 17:00

 

Per maggiori informazioni, contattare il Prof. Paolo Barillari che opera presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma

Per un consulto medico, compila il form “Contatta il Professore” presente nell’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui