4 Febbraio: Giornata mondiale contro il cancro

0
8
4 Febbraio, Giornata mondiale contro il cancro - Il Blog del Prof. Paolo Barillari

Oggi,  4 febbraio, si celebra la Giornata mondiale contro il cancro, una campagna promossa dall‘UICC (Union for International Cancer Control) e sostenuta anche dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

È possibile prevenire tre tumori su dieci semplicemente adottando uno stile di vita sano, che comprenda prevenzione e diagnosi precoce. Per questa ragione in occasione della Giornata mondiale contro il cancro voglio sottolineare ancora una volta l’importanza di questi due strumenti che abbiamo a disposizione.

GIORNATA MONDIALE CONTRO IL CANCRO: diagnosi precoce e prevenzione

In tema di diagnosi precoce e prevenzione è davvero molto importante:

  • Sottoporsi con regolarità a visite ed esami diagnostici. Questo consente di poter individuare il tumore o le lesioni cancerose allo stadio iniziale, ossia nella cosiddetta “fase pre-clinica”; con questo termine viene denominato il periodo che intercorre tra l’insorgenza biologica della malattia e la manifestazione dei primi sintomi
  • Effettuare i vaccini contro specifici agenti infettivi che aumentano il rischio di tumore. Un esempio è il virus dell’epatite B (per il tumore al fegato) e l’HPV (Papilloma Virus Umano), responsabile del cancro della cervice uterina
  • Astenersi dai rapporti sessuali non protetti. Un altro fattore assolutamente da non sottovalutare è legato all’attività sessuale. Difatti, molte forme tumorali hanno un’origine infettiva, dovuta proprio a rapporti sessuali non protetti. Virus e batteri possono provocare delle forme di infiammazione che col tempo producono delle trasformazioni della cellula che predispongono alla formazione di tumori. Ne sono un esempio i già citati Papilloma virus ed epatite, ma anche l’HIV (Human Immunodeficiency Virus). Quest’ultimo, avendo anche proprietà oncogene, facilita la comparsa di alcuni tumori, come il sarcoma di Kaposi

GIORNATA MONDIALE CONTRO IL CANCRO: uno stile di vita sano

Quando si parla di tumori, vi sono dei fattori di rischio che non possono essere modificati, come ad esempio sesso, età e patrimonio genetico. Tuttavia, ve ne sono altri che sono legati alle nostre scelte di vita e per questo modificabili.

Vediamo in dettaglio alcune sane abitudini che è bene conoscere:

  • Alimentazione equilibrata, che sia ricca di verdura e frutta di stagione, e privilegi le farine integrali
  • Moderare il consumo di sale (non dovrebbe superare i 5 gr al giorno) e quello di grassi di origine animale
  • Attività fisica regolare. Anche il semplice camminare rappresenta una valida alternativa
  • Non fumare. Se tutti i fumatori smettessero di fumare, non solo potrebbe azzerarsi la percentuale annuale di tumori ai polmoni, ma diminuirebbe anche quella del cancro del cavo orale, alla vescica e allo stomaco
  • Non abusare di alcool né di bevande zuccherate
  • Non utilizzare droghe. Le droghe ed alcune sostanze anabolizzanti producono delle alterazioni ormonali che possono facilitare lo sviluppo di forme di neoplasie
  • Protezione solare. È necessario proteggere la nostra pelle dall’esposizione solare in maniera adeguata, privilegiando le prime ore del mattino e il tardo pomeriggio. In questo modo è possibile evitare l’insorgenza di tumori cutanei come ad esempio il melanoma

 

Per maggiori informazioni, contattare il Prof. Paolo Barillari che opera presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma.

Per un consulto medico, compila il form “Contatta il Professore” presente nell’articolo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui