La dieta per le emorroidi

0
18953

Qual è la corretta alimentazione da seguire in caso di emorroidi? Le fibre dovrebbero essere la base di ogni dieta per le emorroidi. Un apporto elevato di fibre nella dieta porta numerosi benefici: riduce la probabilità di soffrire di stitichezza, una delle cause principali della formazione di emorroidi. Le fibre ammorbidiscono le feci facilitando l’evacuazione. Un’evacuazione difficoltosa dovuta a feci secche e indurite aumenta la pressione addominale e l’afflusso di sangue nei vasi del tessuto anale, con conseguente infiammazione e rottura degli stessi. L’apporto di fibre nella dieta dovrebbe essere graduale, un carico troppo elevato di fibre nella dieta può portare a gonfiore e gas che non hanno nessun beneficio nella cura della patologia emorroidaria.

dieta-emorroidi

Alimenti consigliati

Ecco un elenco di alimenti ricchi di fibre di una dieta per emorroidi:

  • mele
  • arance
  • prugne
  • fragole
  • kiwi
  • broccoli
  • carote
  • pere
  • cavolo ed in generale le verdure a foglia verde
  • Avena e riso integrale

Mele e frutta fresca

Le mele – e la frutta fresca in generale – appartengono ai cibi consigliati in caso di emorroidi. Per la loro ricchezza di fibre le mele sono tra i cibi che aiutano a mantenere regolari le funzionalità intestinali. Le emorroidi però potrebbero essere legate anche ad altri problemi intestinali o digestivi, per i quali un eccesso di fibre nell’alimentazione risulti controindicato. Per questo per comprendere meglio l’apporto corretto di frutta e di fibre nella propria dieta in caso di emorroidi è bene consultare il proprio medico.

Aumentando l’apporto di fibre è necessario aumentare proporzionalmente anche l’apporto di fluidi, bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno. L’acqua ha molti effetti benefici per l’organismo uno dei quali è ammorbidire le feci e prevenire la stipsi.

Mirtilli

I mirtilli, in particolare il succo di mirtillo e il succo di bacche scure (come le more) vengono consigliati in caso di emorroidi, anche mescolati a del succo di mela. Oltre ai mirtilli, sono indicate anche more e ciliegie. I benefici riguardano il loro contenuto di antocianine, che aiutano a ridurre il gonfiore delle emorroidi, tonificano e rafforzano le vene. Bisognerebbe bere almeno 1 bicchiere al giorno di succo di mirtillo o di altri frutti scuri ricchi di antiossidanti.

Ribes rossi e neri

I ribes rossi e neri sono utili in caso di emorroidi, perché sono ricchi di vitamina C, sali minerali e rutina. Quando le emorroidi sono accompagnate da manifestazioni dolorose, il ribes può essere d’aiuto perché può contribuire ad alleviare i fastidi favorendo la produzione di prostaglandine.

Castagne

Una curiosità: i rimedi della tradizione popolare suggerivano di conservare nelle tasche due castagne (di ippocastano) per tenersi al riparo dalle emorroidi. Lo stesso suggerimento scaramantico valeva anche per tenere alla larga i malanni di stagione.

Melone

Il melone è uno dei cibi più consigliati in caso di emorroidi perché è ricco di ferro. Assumere alimenti ricchi di ferro quando si soffre di emorroidi è utile, perché il sanguinamento causato dalle emorroidi causa la perdita di ferro. Altri cibi utili per la ricchezza di ferro potrebbero essere rappresentati dalle barbabietole rosse.

Altro

Altri cibi consigliati: insalata, melanzane, patate, porri, yogurt con probiotici, finocchi, fagiolini, carote, carciofi, crusca e cereali integrali (se le fibre non sono un problema), banane, uva, olio di oliva, olio di semi di lino, alfa alfa, verdure a foglia verde scuro, fichi, prugne e albicocche fresche o secche se le emorroidi sono dovute a stitichezza.

Alimenti da evitare

Tra i cibi e le bevande che sarebbe meglio evitare in caso di emorroidi ci sono gli alimenti ricchi di grassi o che rischiano di infiammare e irritare il colon. Andrebbero evitate le bibite gassate, i formaggi stagionati, gli alcolici e i super alcolici, i crostacei, il caffè, il cioccolato, cibi troppo salati, fritti e soffritti. Il peperoncino andrebbe utilizzato con moderazione. Sconsigliati anche i tartufi e i sottaceti.

In sintesi:

  • Alcolici e superalcolici
  • Tè e caffè
  • Cibi fritti, piccanti, grassi o troppo salati
  • Spezie, peperoncino e pepe
  • Formaggi stagionati
  • Insaccati
  • Crostacei
  • Cacao

Casa di Cura Villa Mafalda, Roma, Via Monte delle Gioie, 5

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui