Meno morti di tumore all’ovaio, grazie alla pillola

0
328

Sempre meno donne muoiono per colpa del tumore all’ovaio

In Europa e negli Stati Uniti si registra una notevole diminuzione di donne morte a causa del tumore all’ovaio. Secondo alcuni ricercatori italiani la causa principale è la diffusione della pillola anticoncezionale insieme alle ampie campagne di prevenzione.

Anche la diminuzione delle terapie ormonali per curare i sintomi della menopausa potrebbero avere avuto un peso consistente per l’ottenimento di questi dati.

Capire bene le cause certe di questi dati non è facile, entra in gioco infatti anche il fattore della propensione a fare i figli. Infatti fare dei figli diminuisce le probabilità di ammalarsi di tumore alle ovaie. E’ innegabile che la diffusione della pillola anticoncezionale ad uso ovale e le campagne preventive e informative del servizio sanitario nazionale abbiano avuto un peso: infatti negli stati del Sud America non si possono registrare dati similari e, anzi, in alcuni casi la mortalità è aumentata.

Subdolo e letale, in 8 donne su 10 il carcinoma ovarico viene scoperto quando è già in fase già metastatica e le probabilità di guarigione diventano molto basse. Questo tumore cresce spesso in fretta e senza dare sintomi specifici, per cui purtroppo la diagnosi precoce è ancora difficile da raggiungere sebbene da anni i ricercatori cerchino strumenti efficaci di prevenzione (come il pap test per il tumore all’utero) o di diagnosi precoce (come la mammografia per quello al seno.

Questi dati ci danno però indicazioni importanti riguardo la strada percorsa fin’ora nella lotta al tumore alle ovaie.

Prof. Paolo Barillari

Casa di Cura Villa Mafalda Roma

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui