Polipi del colon, cosa sono?

0
1389

 

Cosa sono i polipi del colon?

Il polipo del colon è una formazione anomala di tessuto che può svilupparsi in due modalità: piatto (polipo sessile) oppure sporgente (polipo peduncolato).

I polipi del colon possono essere delle formazioni benigne oppure possono svilupparsi in tumore o essere collegati a forme tumorali. I più difficili da individuare sono i polipi piatti poiché la loro forma non permette una facile visualizzazione. Possono essere rimossi durante la colonscopia, che è anche il test da effettuare per verificare la presenza o meno di polipi nel colon.

La rimozione del polipo è fondamentale per interrompere la catena polipo-tumore e prospettare una completa guarigione.

Chi sono i soggetti a maggior rischio?

I soggetti a maggior rischio sono principalmente coloro che hanno una familiarità con il problema:

  • soggetti che hanno superato i 50 anni di età
  • soggetti che hanno sofferto di questa patologia in passato
  • soggetti che hanno una familiarità con il tumore al colon o con la presenza di polipi al colon
  • pazienti che hanno sofferto di cancro all’utero o ovarico in passato

Lo stile di vita è anch’esso un fattore di rischio soprattutto in presenza di soggetti che hanno una dieta squilibrata ipercalorica, obesi, fumatori, consumatori di alcool o sedentari.

Sintomatologia

Il polipo al colon potrebbe presentarsi anche in assenza di sintomi per questo è consigliabile, soprattutto dopo i 50 anni, effettuare controlli di routine preventivi.

Tuttavia alcuni sintomi potrebbero essere spie del problema come:

  • sanguinamento dell’ano
  • stitichezza o diarrea prolungata (più di una settimana)
  • sangue nelle feci

Strumenti diagnostici

I test che possono individuare la presenza o meno di polipi al colon sono diversi:

  • Colonscopia
  • Colonscopia virtuale
  • Rettoscopia
  • Clisma opaco
  • Sigmoidoscopia
  • Esame delle feci

Buone prassi

E’ importante effettuare esami di controllo periodici, soprattutto superati i 50 anni di età.

In caso di sintomi come quelli descritti bisogna recarsi da un medico specialista per provvedere ad una corretta diagnosi.

 

 

N.B: questo articolo non sostituisce una visita medica e il parere del medico curante.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui