Prendersi cura del seno

0
909

Toccare spesso il seno

Controllati una volta al mese dopo il ciclo. Mentre fai la doccia o ti guardi allo specchio alza le braccia e fai l’autopalpazione. Osservalo di fronte e di profilo e tastalo con i polpastrelli. Se noti qualcosa di diverso nella forma o se senti piccoli noduli al tatto, parlane subito col tuo medico che ti farà fare una mammografia oppure un’ecografia per allontanare ogni dubbio.

Visita ginecologica

Almeno una volta l’anno bisogna andare dal ginecologo per un controllo. Il senologo va bene dopo i 40 anni ma prima basta un controllo dal ginecologo che può effettuare anche un’ecografia al seno laddove sia necessario. La mammografia è un esame che si deve fare in via precauzionale solo più in avanti con l’età o se vi sono rischi concreti che vanno analizzati.

Pillola contraccettiva

La pillola aiuta a tenere sotto controllo i livelli ormonali e fa quindi bene anche al seno. In casi particolari come con il seno fibrocistico o se si fuma il ginecologo valuterà l’adeguatezza della cura.

Fare attività fisica

Per tenere un seno sano e tonico fare pettorali aiuta, senza esagerare. L’attività perfetta è nuotare a rana che consente ai pettorali un giusto movimento per rimanere tonici senza “gonfiarsi” eccessivamente.

Trova il reggiseno giusto

Evitare i reggiseni che comprimano troppo o provochino dolore è essenziale per poter vivere bene con il proprio seno. Troppe volte la scelta di questo indumento intimo è data da fattori diversi da quello della comodità e si tende a scegliere un reggiseno scomodo ma che esalti le forme. Oggi esistono tantissime forme, modelli e tipologie di reggiseno quindi consiglio di perdere un pò di tempo per trovare quello giusto che non crei problemi al seno o alla pelle.

Provare dolore non vuol dire stare male

Il fastidio al seno, di solito, dipende dalle variazioni degli ormoni durante il ciclo. Se il seno è spesso teso e rigido e al tatto senti come un sacchetto di biglie potrebbe trattarsi di displasia mammaria. Non è un problema grave, si tratta di piccoli noduli benigni che si manifestano una settimana prima del ciclo e si concentrano nella parte alta ed esterna. Un ginecologo può aiutare a capirne le dimensioni per trovare soluzioni al dolore se è troppo intenso. In questi casi il reggiseno giusto aiuta tantissimo perché costringere troppo i seni aumenta il dolore.

Secrezioni da tenere sotto controllo

Le secrezioni dal capezzolo sono fisiologiche, quindi non allarmarti. Possono essere causate dalla generale infiammazione dei tessuti e dei dotti tipica di alcuni momenti del ciclo mestruale. Le secrezioni lattescenti possono dipendere da alterazioni ormonali, come un elevato livello della prolattina (a causa dello stress, della pillola contraccettiva, dei farmaci per la cura di disturbi gastrointestinali). Se vuoi stare tranquilla, chiedi al medico di prescriverti alcuni esami del sangue (per esempio dosaggi ormonali, attività dell’ipofisi e della tiroide).

Diventare mamma presto

Fare un figlio in età giovanile aiuta a prevenire tante patologie. Fare un figlio in età avanzata non solo è controproducente (potrebbe non avverarsi) ma non aiuta l’organismo ad andare pari passo con le età fertili di una donna. E’ ormai appurato che avere un figlio in età congrua aiuta a regolarizzare eventuali scompensi ormonali e previene alcune forme tumorali.

Prof. Paolo Barillari

Casa di Cura Villa Mafalda Roma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui