Race for the Cure 2018

0
34
Race for the Cure 2018 - Il Blog del Prof. Paolo Barillari

La Race for the Cure 2018, giunta quest’anno alla sua 19° edizione, è la manifestazione simbolo della lotta contro il cancro. Vediamo il programma di questa importante iniziativa per la lotta al tumore mammario ed alle principali patologie femminili.

Da oggi, 17 maggio, fino a domenica 20 maggio si volgerà la Race for the Cure 2018, un’occasione per parlare di salute, prevenzione, sport, ma anche solidarietà. Basti pensare che i fondi raccolti lo scorso anno hanno permesso di realizzare più di 421 progetti, tra cui:

  • Corsi di aggiornamento per operatori sanitari
  • Servizi clinici per il recupero del benessere psico-fisico delle donne operate
  • Acquisto di apparecchiature per la diagnosi ed il trattamento del tumore mammario
  • Programmi di educazione alla prevenzione rivolti a studenti e donne

Ciò su cui si vuole porre l’attenzione è l’importanza di agire su quei fattori di rischio modificabili, legati alle nostre scelte. Inoltre, quando si parla di neoplasie, vi sono alcuni aspetti fondamentali che bisogna ricordare, quali:

  • Diagnosi precoce e screening
  • Adottare uno stile di vita sano, che includa smettere di fumare e non abusare con gli alcolici
  • Sensibilizzare ed informare riguardo la prevenzione, la malattia e le cure disponibili
  • Educare alla prevenzione, cominciando dai bambini
  • Confronto con l’esperienza di chi ha già affrontato la malattia

RACE FOR THE CURE 2018: le principali iniziative

Il programma di questa 19°edizione prevede numerose iniziative gratuite:

  • Laboratori volti alla promozione della salute attraverso la diagnosi precoce
  • Laboratori per il benessere psico-fisico
  • Attività dedicate alle “donne in rosa”, tra cui: consulenza psicologica, oncologica, di chirurgia plastica e ricostruttiva, di dermopigmentazione ricostruttiva, trattamento del linfedema, etc.
  • Laboratori di benessere, fitness ed alimentazione per incentivare uno stile di vita sano
  • Attività fisiche e sportive: “La prevenzione in movimento
  • Iniziative ludico-didattiche per i bambini
  • Stand e attività sia per bambini che per adulti
  • Conferenze sull’oncobiotica, sull’importanza della prevenzione, di fare delle scelte di stile di vita sano, etc.
  • Invito alla prevenzione:
     – Sportello informativo della Regione Lazio per l’accesso agli screening nazionali per la diagnosi precoce del cancro mammario, tumore al collo dell’utero e al colon
     Misurazione della pressione arteriosa e della glicemia
    – Confronto con le “Donne in Rosa”. Questo è un punto davvero importante su cui è bene soffermarsi: il racconto dell’esperienza delle donne che hanno affrontato il tumore e che testimoniano che da questa malattia si può guarire. Per questa ragione hanno deciso di rendersi riconoscibili tra la folla, indossando maglietta e cappellino rosa

Come di consueto anche la Race for the Cure 2018 si chiuderà domenica 20 maggio con la tradizionale corsa (competitiva ed amatoriale) di 5 km e la passeggiata di 2 km dal Circo Massimo.

Domenica, dalle 9:00 alle 11.30 rimarrà attivo il “Villaggio del benessere”, dove si svolgeranno diverse attività gratuite per il benessere psico-fisico.

NOVITÀ DI QUESTA EDIZIONE

Quest’anno i partecipanti alla Race for the Cure avranno (nelle giornate di venerdì, sabato e domenica) l’ingresso gratuito nei musei, monumenti e parchi archeologici statali di: Roma, Bari, Bologna, Brescia e Matera.

 

www.paolobarillari.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui