Reflusso gastroesofageo, alcuni accorgimenti per prevenirlo

0
3070
Reflusso gastroesofageo - Prof. Barillari

Il reflusso gastroesofageo rappresenta uno dei disturbi più diffusi. Si stima, infatti, che in Italia ne soffrano 4 persone su 10. Seguendo alcune norme è, comunque, possibile migliorarne i sintomi e persino prevenirlo.

Il reflusso gastroesofageo è una malattia cronica recidivante che comporta il ritorno di succhi acidi in gola. È molto importante curare il disturbo in maniera adeguata, poiché esso rappresenta il fattore di rischio primario che può contribuire allo sviluppo dell’Esofago di Barrett e dell’adenocarcinoma esofageo.

SINTOMI

I sintomi del reflusso gastroesofageo possono avere un andamento piuttosto differente nell’arco dell’anno. Ad esempio, nei periodi di cambio di stagione tendono a riacutizzarsi. Tuttavia, in genere possono manifestarsi:

  • BRUCIORE DI STOMACO, in particolare a livello dell’esofago, dietro lo sterno
  • RIGURGITI con risalita dei succhi gastrici dallo stomaco all’esofago
  • ACIDITÀ
  • DIGESTIONE LENTA E DIFFICOLTOSA
  • TOSSE SECCA
  • DISFONIA
  • SENSAZIONE DI AVERE QUALCOSA IN GOLA

I farmaci possono agire per lo più sui sintomi. Al contrario, per prevenire l’insorgenza di tale condizione, è necessario modificare il proprio stile di vita, nonché le proprie abitudini alimentari.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli accorgimenti che possono aiutare a prevenire il reflusso gastroesofageo.

  • PESO. Essere in sovrappeso fa aumentare la pressione intraddominale, premendo sullo stomaco e favorendo, quindi, il disturbo. Perdere i chili in eccesso e fare una moderata attività fisica è il primo passo per migliorare tale condizione
  • PASTI TROPPO ABBONDANTI. È bene evitare di mangiare troppo in un pasto solo, soprattutto a cena. Effettuare, invece, 5 piccoli pasti da distribuire nell’arco della giornata risulta utile
  • CINTURA STRETTA. La cintura dei pantaloni non deve assolutamente stringere troppo la vita
  • DORMIRE DOPO I PASTI. Evitare di andare a letto subito dopo aver mangiato. Cercare di aspettare almeno due ore prima di sdraiarsi e cercare di dormire con il busto leggermente rialzato
  • NON FUMARE
  • STRESS. È necessario evitare lo stress che, facendo contrarre le pareti muscolari dello stomaco, induce a secernere una maggiore quantità di succhi gastrici
  • POSTURA SCORRETTA. Tutto ciò che, comprimendo il diaframma, ne limita il movimento, come ad esempio la scoliosi o qualsiasi altra postura scorretta, aggrava il disturbo. Inoltre, quando il diaframma preme su stomaco e polmoni, si generano delle tensioni sia fisiche che fisiologiche non solo agli organi interessati, ma anche a livello gastroenterico, rendendo anche più difficile la digestione
  • GINNASTICA POSTURALE E RESPIRAZIONE. È molto importante imparare a respirare bene e mantenere in asse il corpo, rinforzando le fasce muscolari più deboli attraverso la cosiddetta ginnastica posturale

Cibi da evitare o limitare in caso di reflusso:

  • EVITARE PASTI RICCHI DI GRASSI. È opportuno astenersi dal mangiare le fritture, la carne affumicata, gli insaccati ed i formaggi grassi e stagionati, ma anche limitare il latte ed i suoi derivati, nonché i prodotti da forno che contengono burro, olio o strutto
  • NON ASSUMERE GLI ALIMENTI ACIDI E QUELLI TROPPO SPEZIATI. Escludere dalla propria alimentazione pomodori, agrumi, mele, ananas, pere, banane e lattuga che possono rendere difficoltosa la digestione
  • RIDURRE L’ASSUNZIONE DI ALCOLICI, CAFFÈ , TÈ E BEVANDE GASSATE
  • EVITARE LE CARAMELLE ALLA MENTA E SOPRATTUTTO IL CHEWINGUM. Quest’ultimo favorisce l’introduzione di aria e la produzione di succhi gastrici
  • CIOCCOLATO. Chi soffre di reflusso gastroesofageo dovrebbe consumare il cioccolato in quantità molto ridotte. Inoltre, nei periodi in cui i sintomi tendono a riacutizzarsi, come nei cambi di stagione, è bene evitarlo del tutto

 

Per ulteriori informazioni, contattare il Prof. Paolo Barillari che opera presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui